giovedì 15 novembre 2012

Di ramo in ramo...

                                      
                                        Con l'autunno inizia la raccolta delle olive.

 Si comincia presto la mattina, si raggiungono gli ulivi portandosi le reti, le ceste,le cassette,la scala.

 Si stendono i teli attorno al tronco e si comincia!















 







 Si raccolgono principalmente a mano o con semplici strumenti come pettini o piccoli rastrelli  e per raggiungere i rami piu' alti in cima ci si arrampica e si usano lunghe scale appoggiandole ai rami piu' robusti.




  Le olive piano piano si accumulano... 
si solleva allora la rete in modo da dirigerle tutte in un punto dove vengono raccolte e sistemate nei sacchi e nelle cassette.

 Si passa ad un altro albero, uno dopo l'altro...

 Tutte raccolte, le olive  devono essere ripulite dalle foglie e dai piccoli rametti.

 




 Si utilizza un lungo setaccio di legno sopra il quale, in piccole quantita', si fanno scorrere le olive che rotolano giu' in una cassetta mentre le foglie cadono tra le fessure e mani veloci liberano i frutti che sono ancora attaccati ai piccoli rami.

 









 Cosi' mondate sono pronte per essere portate al frantoio.....da   dove ritornano come olio.

 E' pronto l'olio, verde di clorofilla ,ancora selvatico ma gia' da gustare sopra una bella fetta di pane, magari tostata.

E' un lavoro lungo e faticoso ma molto atteso e coinvolgente, spesso si ritrovano i parenti, gli amici e si chiacchera, si raccontano vecchie storie, si ride......ma soprattutto si respira aria frizzante pulita e profumata, si gode del paesaggio, del silenzio della campagna...

   ... e tutto cio' riempie il cuore...


         La sera si torna a casa sfiniti, ma carichi di natura,di familiarita' e di semplicita'.

4 commenti:

  1. anche io vojo la bruschetta con l'ojo novo!:(

    RispondiElimina
  2. Sara' pronta per quando ritorni!

    RispondiElimina
  3. Come faccio a seguirla ??
    Non c'è il banner per seguire il suo blog, mi piacciono le cose che fate e magari prendere spunto per fare qualcosa nella nostra casa di riposo .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gentile signor Mercuri, la ringrazio per il suo commento.Sono contenta che le mie morbidezze vi piacciano e ancora di piu' se danno idee per realizzare qualcosa con i vostri ospiti. Le lascio la mia mail per eventuali informazioni:
      stara.giusi@yahoo.it
      cordiali saluti giusi

      Elimina